martedì 18 aprile 2017

Cos'è la materia?

Che cos'è la materia? Mi sono più volte posta questa domanda ...

In realtà la materia è un pensiero, un'affermazione, un'intenzione che poi si è manifestata nel mondo fisico 3D attraverso la mia coscienza.

"Trasformo la realtà con il mio pensiero"

Tutte le forme che ho dato alle cose e alle situazioni durante il corso della mia vita, si sono riempite di "sostanze mentali" che hanno proiettato situazioni e accadimenti ...

In pratica, a livello di coscienza, mi immagino di esistere come "Essere di forma" e vivo questa percezione manifestandola nella densità di questa realtà materiale (3D).


Spesso mi domando: «Da cosa è determinata questa "Densità"?» Essa è determinata da come io la osservo, da come io la penso e la ripenso ... e queste forme-pensiero mi vengono tramandate da generazione in generazione (DNA) dalle esperienze vissute dai miei antenati e la storia, in questo contesto, diventa sempre più densa.

Sono le mie abitudini mentali che creano realtà ancor più dense e queste abitudini, se accettate come reali pensando che siano la sola e unica realtà, si mantengono vive e attive nel mio campo e così creano la ripetitività della forma (sintomo, malessere, sofferenza, malattia, modello corpo-mente-pensiero ecc.). 



Per sciogliere questa densità, la prima cosa da fare è che io riconosca l'inganno della mia mente che ha creato, da vita in vita, attraverso una coscienza alimentata dal gruppo animico e poi tramandata da padre in figlio, la densità sempre maggiore e spessa cristallizzando la materia e i pensieri ...

In fondo, posso affermare che anche le malattie sono forme di densità che il mio corpo, a un certo punto, dovrà rilasciare e tutte queste realtà dense alla fine non sono altro che una vera e propria trappola energetica e ipnotica che io rafforzo attraverso le mie intenzioni e affermazioni: "Io sono fatta così ..." "Io mi chiamo Carlotta ..." "Io sono povera ..." "Io sono ricca ..." "Io sono vittima di questa situazione ..." ecc. ...

In questo modo, tutto rimane immutato fino a quando non ne posso più di ripetere gli stessi schemi finché un bel giorno decido finalmente di scioglierli anche perché comprendo che mi hanno sempre tenuta intrappolata facendomi credere (illusione della materia) che fosse questa la mia sola realtà ...


Ho deciso, a questo punto, di non focalizzare più tutta l'attenzione su ciò che non è buono per me, bensì da ora focalizzo la mia attenzione solo su ciò che è buono per me.

Comprendo pertanto che senza colei o colui che "osserva l'osservato" e lo crea nella forma, questa illusione cessa all'istante in quanto il problema non esiste e non si manifesta più.

Senza l'intenzione di percepire, di sentire e di ricordare attraverso i veri schemi mentali ereditati (DNA), un "osservatore che osserva" quella tale situazione o forma e che la mantiene viva e visibile alla sua attenzione, non esisterebbe in relazione a quella certa forma o realtà.

L'effetto "Osservatore"

La fisica Quantistica ha dimostrato, attraverso studi e sperimentazioni, che la realtà è la risultanza fra osservatore e osservato, il che significa che l'Universo esiste perché vi è un osservatore e significa anche che il sistema di credenze dell'osservatore determina l'esistenza della realtà nella forma in cui egli crede che sia.

John Wheeler, noto fisico, sostiene che "non potremmo neanche immaginare un universo che non contenga degli osservatori, perché i mattoni stessi dell'universo sono questi atti di osservazione partecipata". Altri studiosi affermano che: "l'atto di una persona che osserva quei possibili potenziali, determina l'attivazione di quello sul quale è focalizzato - in altri termini - semplificando per il nostro uso, quello che pensa o si aspetta di vedere".

Ciò che anima le situazioni e i nostri stessi corpi fisici mentre il corpo agisce creando situazioni ed eventi, è l'unica Scintilla Divina che è in noi.


In pratica, è la mia Natura che agisce ed è anche la mia Essenza Originaria che dà il via alle scene (accadimenti o eventi) che voglio interpretare. Così la mia Natura Divina chiamata "Spirito Divino", scende incarnandosi per attuare il progetto in cui io stessa credo sia possibile realizzare per farne esperienza terrena ... questa è la grande potenza creativa di Dio come parte di ciò che è stato interpretato da me!

In sostanza, il pensiero che anima qualsiasi mia volontà deve dapprima amare le mie creazioni e le mie interpretazioni a tal punto da renderle reali!

POSSO AFFERMARE CHE:

RICONOSCO CHE IO (Nome e Cognome ..............)
NON SONO QUELLA REALTÀ,
MA QUELLA REALTÀ È SOLO UNA MIA PARTE RECITATA, É UNA PARTE CHE HO SCELTO DI CONTEMPLARE!
DUNQUE ADESSO IO SCELGO DI .................... .

Adesso che ho riconosciuto che questa è una sfaccettatura che appartiene a una realtà, posso scegliere nuovamente di vivere un'altra realtà (esperienza) ... riempirò quegli spazi che avevo colmato di densità ... con altre realtà più fluide, non dense ... più luminose ...

Ora posso finalmente accedere all'età dell'Oro chiamata così per descrivere un lungo periodo in cui la coscienza potrà manifestarsi in maniera più fluida e ricca di bellezza liberando le forme-pensiero dalle vecchie abitudini che appesantivano il mio stato d'Essere "solo materia" ...

IO NON SONO IL CORPO,
IO SONO LO SPIRITO CHE LO ANIMA ...

 

Nessun commento:

Posta un commento